Le acquisizioni

Le acquisizioni più significative nel corso dell’esercizio 2013 sono relative ai seguenti lavori:

  • per conto Total Upstream Nigeria Ltd, il contratto di tipo EPCI, in Nigeria, per lo sviluppo sottomarino del campo di Egina. Il contratto prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, installazione e messa in servizio di condotte sottomarine per la produzione di idrocarburi e l’esportazione del gas, strutture di collegamento flessibili e cavi ombelicali;
  • per conto ExxonMobil, in Angola, il contratto di tipo EPCI, Kizomba Satellite Phase 2, per strutture sottomarine presso i cantieri di Soyo e Ambriz. Il contratto prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di condotte sottomarine di produzione e iniezione d’acqua, cavi rigidi di collegamento e altre installazioni sottomarine;
  • per conto Burullus Gas Co, in Egitto, un contratto che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, installazione, operazioni preliminari e messa in servizio di strutture sottomarine nella West Delta Deep Marine Concession;
  • per conto Saudi Aramco, in Arabia Saudita, presso il cantiere STAR, un contratto EPCI che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, trasporto e installazione di nuove strutture a mare, tra le quali tre piattaforme, tre jacket e circa 30 chilometri di condotte e 25 chilometri di cavi sottomarini associati alle piattaforme;
  • per conto Cardon IV, in joint venture con Eni e Repsol, in Venezuela, il contratto che prevede le attività di trasporto e installazione di una piattaforma di collegamento e due satelliti, una condotta di esportazione e due sottomarine, oltre le relative operazioni di connessione;
  • per conto Petrobras, in Brasile, il progetto Sapinhoà Norte/ Iracema Sul, di tipo EPCI, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di due condotte a mare e delle relative terminazioni, da eseguirsi nella regione del Pre-Salt del bacino di Santos;
  • per conto Dragodos, in Messico, due contratti di tipo T&I per il trasporto e l’installazione di due piattaforme marine nelle acque messicane del Golfo del Messico. Le piattaforme saranno installate con la tecnica del float-over eseguita per la prima volta nel Golfo del Messico;
  • per conto South Stream BV, in Russia, il contratto per i lavori preliminari di costruzione del gasdotto a mare South Stream. Il progetto prevede le attività preparatorie di ingegneria e di approvvigionamento per la successiva fase di realizzazione, insieme ai lavori di adeguamento tecnico delle strutture e mezzi necessari per la posa del gasdotto. Il gasdotto a mare South Stream collegherà la costa russa del Mar Nero, nell’area di Anapa, alla costa della Bulgaria presso Varna, attraverso la Zona Economica Esclusiva turca del Mar Nero;
  • per conto GDF Suez, nel Regno Unito, il progetto Cygnus phase 2, che prevede le attività di installazione di una condotta sottomarina, una di esportazione e dei relativi sistemi ombelicali nel bacino del Southern gas;
  • per conto Nord Stream AG, nel Regno Unito, il contratto Main Repair for Nord Stream, che prevede le attività e i servizi relativi alla manutenzione delle due condotte di esportazione gas;
  • per conto Agip Kazakhstan North Caspian Operating Co NV, il contratto EPC per il progetto EP Clusters 2 and 3, nell’ambito dello sviluppo del campo di Kashagan in Kazakhstan, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e trasporto di tre moduli topside per la raccolta e la produzione degli idrocarburi. Le attività di fabbricazione saranno interamente svolte in Kazakhstan, nel cantiere ER SAI di Kuryk, come anche le attività di ingegneria a supporto della fabbricazione;
  • per conto Hunday, il contratto per la fabbricazione di infrastrutture marine in Congo, che prevede la fabbricazione delle condotte guida, dei pali di ancoraggio e delle strutture di ormeggio di una tension leg platform;
  • per conto Saudi Aramco, due contratti EPCI in Arabia Saudita per la costruzione di una nuova piattaforma e la sostituzione di sistemi di controllo e di sicurezza obsoleti su tre piattaforme esistenti, localizzate nel Golfo Arabico. Le attività di fabbricazione saranno svolte interamente presso il cantiere di costruzione STAR in Arabia Saudita.