Le realizzazioni

Di seguito si riportano i maggiori e più significativi progetti in esecuzione o completati nel corso del 2013.

In Arabia Saudita, per conto Saudi Aramco:

  • è in corso la campagna di installazione nell’ambito del contratto Al Wasit Gas Program, per lo sviluppo dei giacimenti offshore Arabiyah e Hasbah. Il contratto prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di quindici piattaforme fisse oltre a una condotta di esportazione, condotte a mare, cavi sottomarini e di controllo; nell’ambito dello stesso sono iniziate le operazioni relative al nuovo scopo del lavoro che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, trasporto, installazione e messa in servizio di due trunkline nei campi di Arabiyah e Hasbah;
  • nell’ambito del Long Term Agreement, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, trasporto e installazione di strutture, piattaforme e condotte, sono in corso le attività relative a due differenti progetti che prevedono l’installazione di cinque pipeline, la costruzione e l’installazione di due jacket e tre deck.

In Iraq, per conto South Oil Co, proseguono le attività nell’ambito del progetto Iraq Crude Oil Export Expansion - Fase 2, che ha come scopo l’espansione del Basra Oil Terminal. Il contratto prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di una Piattaforma Centrale di Convoglio e Misurazione (CMMP), oltre che delle strutture connesse.

In Estremo Oriente:

  • per conto PTT Exploration and Production Public Co Ltd, è terminato in Myanmar, il progetto Zawtika, che prevedeva le attività di trasporto e installazione di una piattaforma con Central Processing Facility e locali adibiti all’alloggiamento del personale;
  • per conto di Bien Dong Petroleum Operating Co, è terminato in Vietnam il progetto Bien Dong, che prevedeva le attività di ingegneria, trasporto e installazione di pipeline e cavi sottomarini, nonché di due piattaforme e relativi ponti di collegamento;
  • per conto Pearl Oil Ltd, è terminato in Indonesia, il progetto Ruby Field, che prevedeva le attività di trasporto e installazione di due piattaforme;
  • per conto Inpex Masela Ltd, in Indonesia, sono in corso di esecuzione le attività di ingegneria e sono in fase preparatoria le attività di design relative al progetto per Masela FLNG che prevede le attività di Front-end Engineering and Design (FEED);
  • per conto Petrovietnam Technical Services Co, in Vietnam, è terminato il progetto Hai Su Trang Development, che prevedeva le attività di ingegneria, trasporto e installazione di due piattaforme wellhead e della relativa pipeline;
  • sono in corso di esecuzione le attività relative al progetto Liwan 3-1, per conto Husky Oil China Ltd, in Cina, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento e installazione di due condotte, di sistemi ombelicali, nonché il trasporto e l’installazione di un sistema di produzione sottomarino che collegherà le teste di pozzo a una piattaforma di processo.

Per conto INPEX, sono in corso in Australia le attività di ingegneria e preparazione logistica relative al progetto Ichthys LNG, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, costruzione e installazione di una condotta sottomarina che collegherà la Central Processing Facility offshore con l’impianto di trattamento a terra, presso Darwin.

In Africa Occidentale:

  • per conto CABGOC, è terminata la seconda campagna di installazione relativa al progetto Congo River Crossing Pipeline, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di tre condotte e flange sottomarine, oltre a lavori di interro e attraversamento. Il progetto viene eseguito al largo delle coste dell’Angola e della Repubblica Democratica del Congo;
  • sono terminate con la provisional acceptance le attività relative al contratto, per conto Total E&P Nigeria Ltd, in Nigeria, denominato OFON2 - D030, per le nuove infrastrutture a mare del campo Ofon. Il contratto prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione del jacket OFP2 e di trasporto e installazione della nuova piattaforma OFQ completa, per gli alloggi;
  • sono terminate le attività relative al progetto Usan Fairleads, per conto Elf Petroleum Nigeria (Total), per la connessione e la successiva riconnessione di dodici piattaforme di attracco del sistema di produzione galleggiante FPSO;
  • sono terminate le attività relative al progetto Usan, per conto Elf Petroleum Nigeria (Total), per lo sviluppo sottomarino del giacimento offshore di Usan, situato circa a 160 chilometri a sud di Port Harcourt, in Nigeria. Il contratto prevedeva le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, installazione e assistenza per la messa in servizio di condotte sottomarine, ombelicali e riser che collegheranno quarantadue teste pozzo sottomarine al sistema di produzione galleggiante FPSO, nonché la realizzazione del sistema di esportazione del greggio costituito da una boa di ancoraggio e due linee di esportazione e di parte del sistema di ancoraggio dell’FPSO;
  • per conto Total E&P Congo, sono terminate le attività nell’ambito del contratto N’Kossa, in Congo, che prevedeva l’ingegneria di rimozione della condotta flessibile esistente, l’installazione di due nuove condotte flessibili, l’approvvigionamento e il pre-commissioning;
  • per conto Mobil Producing Nigeria Unlimited, sono terminate le attività nell’ambito del contratto Asasa Pressure Maintenance, Usari FA-FR ed Edop Pipeline Extension, in Nigeria, che prevedeva la fabbricazione e l’installazione di condotte oltre che di riser e flange a una profondità massima di cinquanta metri;
  • sono pressochè terminate le attività di ingegneria e approvvigionamento relative al contratto Bonga North West, per conto Shell Nigeria Exploration and Production Co Ltd (SNEPCo), al largo delle coste nigeriane. I lavori riguardavano le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, installazione e messa in opera delle condotte di produzione con tecnologia pipe-in-pipe e delle condotte per la re-iniezione di acqua nel bacino del giacimento, oltre ai relativi sistemi di produzione sottomarina;
  • per conto Cabinda Gulf Oil Co Ltd (CABGOC), in Angola, sono in corso i lavori nell’ambito del progetto Mafumeira 2, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, installazione e messa in opera di infrastrutture URF (umbilical, riser e flowline) e gasdotti di esportazione;
  • per conto ExxonMobil, in Angola, sono in corso le attività relative al progetto Kizomba Satellite Phase 2 presso i cantieri di Soyo e Ambriz. Il contratto prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di condotte sottomarine di produzione e iniezione d’acqua, cavi rigidi di collegamento e altre installazioni sottomarine;
  • per conto Total Upstream Nigeria Ltd, in Nigeria, sono iniziate le attività relative al contratto di tipo EPCI per lo sviluppo sottomarino del campo di Egina. Il contratto prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, installazione e messa in servizio di condotte sottomarine per la produzione di idrocarburi e l’esportazione del gas, strutture di collegamento flessibili e cavi ombelicali;
  • per conto Total Exploration and Production, in Angola, sono iniziate le attività relative al contrato GirRI (Girassol Resources Initiatives), nel Block 17, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, installazione e messa in servizio delle modifiche del topside del sistema di pompaggio sulle FPSO esistenti Girassol e Dalia;
  • per conto Eni Congo, in Congo, sono iniziate le attività relative a due contratti WP4 e WP10 che prevedono le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e trasporto del Litchendjili jacket, dei piles e delle relative pertinenze;
  • per conto CABGOC, in Angola, sono in corso le attività relative al contratto EPCI 3, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento e prefabbricazione relative a lavori a mare e collegamenti da effettuarsi sulla piattaforma esistente Mafumeira Norte e sulle future piattaforme di produzione Mafumeira Sul.

In Egitto, per conto Burullus Gas Co, sono iniziate le attività relative al progetto che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, installazione, operazioni preliminari e messa in servizio di strutture sottomarine nella West Delta Deep Marine Concession. Proseguono inoltre le attività per conto Burullus Gas Co, relative al contratto Multi Role Field Support Vessel Services nell’offshore di Alessandria.

Nel Mare del Nord:

  • per conto Total, nel settore olandese del Mare del Nord, nell’ambito del progetto K4-Z, sono state completate le attività di commissioning. Il contratto prevedeva le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di un gasdotto e di una linea piggy back. Il progetto include inoltre le attività di scavo e interramento e l’approdo costiero;
  • per conto Dong E&P, nel settore danese del Mare del Nord, sono in corso le attività relative al progetto Hejre, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, costruzione e installazione di due condotte che collegheranno il campo Hejre con la relativa piattaforma;
  • per conto Det Norske Oljeselskap ASA, sono iniziate le attività relative al progetto che prevede il trasporto e l’installazione del jacket Ivar Aasen e il topside nel settore norvegese del Mare del Nord;
  • per conto GDF Suez, nel Regno Unito, sono iniziate le attività preparatorie relative al progetto Cygnus phase 2, che prevede le attività di installazione di una condotta sottomarina, una di esportazione e dei relativi sistemi ombelicali nel bacino del Southern gas;
  • tramite l’utilizzo del mezzo Saipem 7000 sono state installate varie strutture per conto ConocoPhillips (Jasmin, Eldfisk ed Ekofish), Nexen (Golden Eagle) e per conto Statoil (Gudrun).

In Russia, per conto Lukoil-Nizhnevolzhskneft, sono in corso le attività relative al progetto Filanovsky, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di un oleodotto e un gasdotto a una profondità massima di sei metri, nonché le relative condotte a terra che collegheranno il blocco dei riser nel campo marino alle valvole di chiusura a terra. Sono inoltre iniziate le attività relative allo scopo contrattuale aggiuntivo che prevede le attività di trasporto e installazione di quattro piattaforme.

In Croazia, per conto Inagip, sono terminate le attività relative al contratto Inagip IKA Adriatico, che prevede le attività di trasporto e installazione dell’IKA JZ jacket, delle relative pertinenze e condotte sottomarine.

In Azerbaijan, per conto BP Exploration (Caspian Sea) Ltd, nell’ambito del progetto Under Water Operation, sono continuate le attività di ispezione sottomarina, manutenzione e riparazione delle infrastrutture di BP presenti nell’area dell’offshore azero, tra cui le piattaforme installate dalla stessa in periodi precedenti. Inoltre, per conto AIOC, nell’ambito del progetto Chirag Oil Project, sono in corso le attività di trasporto e installazione di un jacket (la cui costruzione è terminata nei primi mesi del 2013) e sono terminate le attività della relativa topside.

In Kazakhstan:

  • per conto Agip KCO, nell’ambito del programma per lo sviluppo del giacimento Kashagan:
    • sono in corso le attività di supporto logistico nell’ambito del progetto Hook-Up and Commissioning, che prevede la connessione e la messa in opera delle strutture a mare. Sono terminate le attività di prefabbricazione e il completamento di moduli da svolgersi presso il cantiere di Kuryk;
    • sono terminate le attività nell’ambito del progetto New Hook-up, Pre-commissioning and Commissioning Assistance, che prevedevano principalmente il completamento della connessione tra moduli sulle isole A e D;
  • per conto Teniz Burgylau Llp, proseguono le attività, in consorzio con Keppel Kazakhstan Llp, di costruzione, allestimento e messa in servizio di un jack-up.

Inoltre, in Kazakhstan, per conto Agip KCO (agente del consorzio partecipato da Eni, ExxonMobil, Shell, Total e KazMunayGas con il 16,81% ciascuno, e da CNPC e Inpex con quote minori), Saipem ha eseguito e concluso nel 2010 sulla base di specifiche del committente il progetto Trunkline and Production Flowlines, che prevedeva le attività di ingegneria, posa e messa in servizio di condotte approvvigionate dal committente da due diversi fornitori, cavi in fibra ottica e ombelicali. A seguito del rilevamento di perdite in un tratto delle condotte a terra, il cliente ha richiesto a Saipem di intervenire in garanzia. Saipem, confortata anche dal parere di qualificati consulenti legali esterni, non si ritiene obbligata all’esecuzione di tali opere essendo scaduto il periodo di garanzia e avendo ottenuto l’accettazione dell’opera eseguita nell’ottobre 2010, accettazione che porta il termine del periodo di garanzia a ottobre 2011. Saipem ha invitato il cliente a indagare su possibili responsabilità in altre aree (gestione della pipeline da parte del committente dopo la consegna, inadeguate specifiche previste dal committente; inadeguata qualità dei tubi). Allo stato attuale non è iniziato alcun contenzioso.

Nel Golfo del Messico:

  • per conto Chevron, sono terminate le attività di posa relative al progetto Jack Saint Malo, che prevede le attività di trasporto e installazione di una condotta di esportazione che collegherà la piattaforma galleggiante Jack Saint Malo;
  • per conto Discovery Producers Llc, sono iniziate le attività relative al progetto Keathley Canyon Connector, che prevede il trasporto e l’installazione di una condotta per l’esportazione di gas.

In Brasile, per conto Petrobras:

  • sono terminate le attività relative al progetto, per le condotte di esportazione di gas di Guara & Lula-Nordest, che prevedeva le attività di trasporto, di installazione e le operazioni preliminari alla messa in esercizio di due condotte a mare, oltre all’ingegneria, all’approvvigionamento e alla fabbricazione delle connesse strutture sottomarine;
  • sono terminate le attività di ingegneria e approvvigionamento e sono in corso le attività di fabbricazione relative al contratto P55-SCR, che prevede le attività trasporto e installazione a mare di flowline e di riser a servizio della piattaforma semisommergibile P-55 che sarà collocata nel campo Roncador, nel bacino di Campos, al largo delle coste dello Stato di Rio de Janeiro;
  • sono continuate le attività all’interno del contratto per la realizzazione del gasdotto Rota Cabiúnas, nella regione Pre-Salt del bacino di Santos. Lo sviluppo prevede l’ingegneria e l’approvvigionamento delle strutture sottomarine e l’installazione di una condotta gas a una profondità d’acqua massima di 2.200 metri. Il gasdotto collegherà il Collettore Centrale nel campo di Lula, nel bacino di Santos, all’impianto di trattamento a terra di Cabiúnas, situato nel distretto di Macaé, nello Stato di Rio de Janeiro;
  • proseguono le attività relative al progetto Sapinhoà Norte and Cernambi Sul, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione, installazione e messa in servizio di un collettore sottomarino per il sistema di raccolta del campo Sapinhoà Norte e un collettore per i sistemi di esportazione del gas dei campi Sapinhoà Norte e Cernambi Sul; sono inoltre iniziate le attività preparatorie relative al progetto Sapinhoà Norte e Iracema Sul.
  • sono iniziate le attività relative al progetto Lula NE Cernambi, che prevede le attività di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione e installazione di una condotta per il trasporto del gas nel bacino di Santos.

In Venezuela:

  • per conto Cardon IV, sono iniziate le attività per lo sviluppo del progetto Perla EP, che prevede il trasporto e l’installazione di tre piattaforme e tre condotte;
  • per conto PDVSA, sono continuate le attività relative al contratto per la realizzazione della condotta Dragon - CIGMA, che prevede il trasporto e l’installazione di un gasdotto che collegherà la piattaforma gas Dragon con il complesso CIGMA.

In Italia, per conto OLT Offshore LNG Toscana, sono quasi terminate le attività di conversione della nave gasiera Golar Prost. Il contratto prevede la conversione della nave gasiera messa a disposizione dal cliente, nonché la realizzazione di tutte le opere a mare necessarie per l’installazione e la messa in servizio dell’impianto.

Nel segmento “Leased FPSO”, nel corso dell’esercizio 2013 hanno operato:

  • l’unità FPSO Cidade de Vitoria, nell’ambito di un contratto, per conto Petrobras, della durata di undici anni, per lo sviluppo della seconda fase del giacimento Golfinho, situato nell’offshore brasiliano, a una profondità d’acqua di 1.400 metri;
  • l’unità FPSO Gimboa, nell’ambito del contratto, per conto Sonangol P&P, della durata di sei anni, relativo alla fornitura e alla gestione di un’unità FPSO per lo sviluppo del giacimento Gimboa, situato al largo delle coste angolane, nel Blocco 4/05 a una profondità d’acqua di 700 metri.

Nel corso dell’anno ha operato l’unità Firenze FPSO, che il 30 dicembre 2013 è stata ceduta a Eni, impiegata nel giacimento offshore Aquila al largo delle coste della Puglia, nell’ambito del contratto, stipulato nel 2009 con Eni, che prevedeva l’opzione di acquisto del solo mezzo navale Firenze FPSO a valle della conversione e messa in esercizio dello stesso, completata alla fine dello scorso anno.