Note illustrative al bilancio di esercizio

Criteri di redazione

Secondo le disposizioni del primo comma dell’art. 4 del D.Lgs. n. 38/2005, a partire dall’esercizio 2006 il bilancio di esercizio di Saipem SpA (bilancio separato) è redatto secondo gli International Financial Reporting Standards (nel seguito “IFRS” o “principi contabili internazionali”) emanati dall’International Accounting Standards Board (IASB) e adottati dalla Commissione Europea secondo la procedura di cui all’art. 6 del Regolamento (CE) n. 1606/2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 19 luglio 20021.

Il bilancio è stato redatto applicando il metodo del costo storico con l’eccezione delle voci di bilancio che secondo gli IFRS sono rilevate al fair value, come indicato nei criteri di valutazione.

I valori delle voci di bilancio, tenuto conto della loro rilevanza, sono espressi in migliaia di euro.

Il bilancio al 31 dicembre 2013, approvato dal Consiglio di Amministrazione di Saipem nella riunione del 14 marzo 2014, è sottoposto alla revisione contabile di Reconta Ernst & Young SpA.

(1) I principi contabili internazionali utilizzati ai fini della redazione del bilancio sono sostanzialmente coincidenti con quelli emanati dallo IASB in vigore per l’esercizio 2013 in quanto le attuali differenze tra gli IFRS omologati dalla Commissione Europea e quelli emessi dallo IASB riguardano fattispecie non presenti nella realtà del Gruppo, fatta eccezione per le disposizioni dell’IFRS 10 “Bilancio consolidato”, dello IAS 27 “Bilancio separato”, dell’IFRS 11 “Accordi a controllo congiunto”, dello IAS 28 “Partecipazioni in società collegate e joint venture” e dell’IFRS 12 “Informativa sulle partecipazioni in altre entità” (v. anche sezione “Principi contabili di recente emanazione”).