Impegni, risultati e obiettivi

Rif. GRI 1.2

ImpegniRisultati 2013Obiettivi 2014-2017
Sicurezza    
Assicurare la sicurezza di tutte le persone che lavorano per Saipem
  • Conferma delle certificazioni OHSAS 18001 per Saipem SpA e altre 18 società e filiali del Gruppo
  • Aggiornamento dei protocolli di Formazione HSE Italia
  • Iniziative volte al miglioramento continuo nella “Gestione delle Emergenze”, coinvolgendo gli addetti in corsi dedicati, con argomento gli aspetti operativi, psicologici e di comportamento in caso di emergenza
  • Sviluppo ulteriore dei software dedicati al miglioramento dei processi aziendali e gestionali in ambito HSE. Si è infatti consolidato l’uso del software Corinth, per la gestione del processo di audit HSE, e Nike, per la gestione e standardizzazione dei Dispositivi di Protezione Individuale
  • Prosecuzione del programma LiHS e il suo adattamento alle realtà operative locali. L’attività di coinvolgimento è continuata coinvolgendo tutti i livelli della Società
  • Impegno per garantire che la gestione del rischio HSE sia adeguatamente valutata e siano prese in considerazione adeguate misure di mitigazione
  • Classificare le compagnie/filiali per cluster di rischio e ottenere la certificazione OHSAS 18001 per quelle con rischio HSE definito significativo
  • Conferma dell’impegno per la continua diminuzione degli incidenti sul lavoro e contestualmente lancio della campagna “We want zero”, un programma che si propone di azzerare gli incidenti fatali
  • Emanazione protocolli di Formazione HSE internazionali
  • Prosecuzione del processo di standardizzazione della formazione HSE erogata nel Gruppo Saipem
  • Continuare ed estendere il programma LiHS “Leading Behaviours”
  • Migliorare la comunicazione e la condivisione di informazioni con i subcontrattisti, al fine di migliorare la loro performance e il rispetto di requisiti di sicurezza stabiliti da Saipem
  • Continuare l’implementazione della campagna per l’igiene industriale
  • Prosecuzione della campagna “Hand Safety” e “Working at Height and confined space”
  • Lancio della campagna “Life Saving Rules”
Salute    
Assicurare e promuovere la salute delle persone di Saipem
  • Prosecuzione della divulgazione del programma “Pre-Travel Counselling” per tutto il personale destinato all’estero. I protocolli sanitari e la formazione “pre-travel” sono stati anche oggetto di validazione da parte dell’Università Cattolica, Istituto di Medicina del Lavoro, Roma
  • Lancio dell’applicazione “Sì-Viaggiare” del Manuale Sanitario del lavoratore che viaggia, per Apple e Android
  • Sensibilizzazione della profilassi vaccinale e prosecuzione delle attività di prevenzione a favore dei dipendenti
  • Prosecuzione dei programmi anti-malaria, rivolti sia ai dipendenti sia alle comunità locali
  • Sviluppo ulteriore del programma H-Factor in altri siti per promuovere una corretta alimentazione
  • Lancio del programma “Choose Life”, volto a promuovere un sano stile di vita
  • Introduzione di nuovi programmi quali il “Weight Control and Obesity Prevention Program”, per il controllo del peso e la prevenzione dell’obesità, e il programma “Don’t take my breath away-Stop Smoking Campaign”, un programma contro il fumo
  • Proseguire la campagna “Choose Life” per promuovere uno stile di vita sano
  • Promuovere la campagna H-Factor ed estenderla alle compagnie operative e alle filiali
  • Prosecuzione di programmi per la prevenzione delle malattie cardiovascolari
  • Garantire formazione continua del personale medico, fornendo corsi specializzati come ad esempio l’ATLS (Advance Trauma Life Support)
  • Proseguire la divulgazione del Programma “Pre-Travel Counselling” per tutto il personale destinato all’estero e il relativo aggiornamento seguendo le allerte sanitarie internazionali
  • Perseguire il monitoraggio continuo degli Health Performance Indicators (HPI)
  • Rafforzare l’implementazione dei programmi di telemedicina e monitorarne il corretto utilizzo
  • Proseguire i programmi indirizzati alle comunità locali per la promozione della salute
Sviluppo delle persone    
Sviluppare le capacità e le competenze delle risorse umane, migliorando l’ambiente di lavoro e il sistema di gestione HR
  • Prosecuzione del Progetto Sinergia per la creazione di una maggiore coerenza e collaborazione tra il sapere tecnico e la sua applicazione in ambito aziendale
  • Realizzazione di azioni di monitoraggio e controllo dei principali fenomeni gestionali “critici” quali straordinari, orario di lavoro e assenteismo
  • Realizzazione dell’evento chiamato “Share and Shape” che ha coinvolto circa 400 giovani risorse i quali hanno potuto presentare delle proposte di miglioramento al Top Management. Alcune di queste proposte verranno effettivamente realizzate a partire dal 2014
  • Avviamento di un progetto per migliorare l’identificazione e il monitoraggio delle risorse critiche
  • Continuazione di programmi formativi e di carriera per la sostituzione degli espatriati con personale locale
  • Realizzazione di uno studio di fattibilità per l’individuazione di obiettivi quantitativi finalizzati all’aumento della percentuale di donne nei Board e negli Organismi di Vigilanza delle società del Gruppo Saipem
  • Collaborazioni con università locali e per lo sviluppo delle competenze tecniche e manageriali del personale
  • Promozione del contenuto locale anche attraverso specifici programmi formativi e di carriera per lo sviluppo e crescita professionale del personale locale
  • Aggiornamento dell’analisi di clima
  • Prosecuzione progetto Sinergia
  • Azioni specifiche di comunicazione interna delle politiche di gestione e sviluppo HR
  • Sviluppo di azioni tese a sostenere l’incremento e la qualità dell’occupazione femminile (aumento della presenza femminile nella rosa di candidature a tutti i livelli, adozione di strumenti di welfare)
  • Attuazione di politiche di monitoraggio delle politiche retributive e del turnover
Security    
Assicurare la security per le persone e i mezzi di Saipem
  • Emissione dei criteri “Project Security Risk Analysis Process”
  • Realizzazione della prima sessione di formazione su tematiche dei diritti umani indirizzato al personale di Security
  • Coerentemente con le indicazioni in tema di “Law Compliance”, il Modello di Controllo Interno continua la diffusione a tutti i livelli gerarchici, sia in ambito italiano sia internazionale, con l’erogazione di corsi di formazione in modalità e-learning riguardanti il D.Lgs. n. 231/2001 e le tematiche di Security
  • Prosecuzione dell’estensione del numero di contratti con società fornitrici di servizi di security che includono clausole sui diritti umani
  • Progettazione e realizzazione di un training sui diritti umani per il personale di Security
Ambiente    
Gestire e minimizzare gli impatti ambientali nel ciclo di vita delle attività operative, migliorando le performance ambientali
  • Realizzazione delle valutazioni energetiche sui palazzi uffici, in accordo alla norma ISO 50001:2001 “Sistemi di gestione dell’energia” e ha partecipato al progetto per lo sviluppo di una valutazione energetica per la Saipem 7000
  • Sviluppo di adeguati piani di gestione degli sversamenti accidentali su tutti i siti e progetti, unitamente ad attività di formazione del personale coinvolto nelle attività impattanti ed esercitazioni condotte periodicamente
  • Ottenimento della certificazione ISO 14001 per le attività della Business Unit Drilling
  • Diffusione dell’iniziativa “Reduce your Foodprint” collegata con la Giornata Mondiale dell’Ambiente, finalizzata alla riduzione degli sprechi
  • Revisione degli standard di controllo 231 in materia ambientale
  • Organizzazione del corso “Train the trainer” rivolto al personale internazionale in ambito HSE e individuato come potenziale trainer ambientale
  • Perseguire il monitoraggio continuo della performance e degli impatti ambientali
  • Valutazioni energetiche su alcuni asset (tra cui rig onshore e impianti di trattamento delle acque) e palazzi uffici per individuare aree critiche e proporre azioni correttive al fine di incrementare l’efficienza energetica
  • Redazione di una procedura corporate sulla gestione della biodiversità e promozione delle best practice del Gruppo Saipem sulla gestione della biodiversità
  • Promozione di iniziative per risparmiare il consumo di materie prime e sviluppo di una linea guida per la diffusione di best practice sull’uso dell’acqua
  • Revisione delle procedure corporate in compliance del decreto legislativo italiano n. 231 dell’8 giugno 2001, che oggi include anche i reati ambientali
Territorio e Comunità    
Migliorare e consolidare la relazione con gli stakeholder locali e contribuire allo sviluppo socio-economico del contesto locale
  • Realizzazione di un workshop interno con le figure preposte alla gestione della sostenibilità sui territori (sustainability officer) al fine di uniformare e migliorare gli strumenti di mappatura e analisi degli stakeholder e del contesto locale
  • Consolidamento delle attività per il monitoraggio delle iniziative per le comunità locali e delle attività di relazione con gli stakeholder
  • Implementazione del modello di valutazione degli impatti economici della strategia di Local Content su Arabia Saudita, Indonesia e Australia e aggiornamento dell’analisi per la Nigeria
  • Prosecuzione del programma di audit su tematiche inerenti diritti del lavoro e rispetto dei diritti umani realizzati su 24 fornitori
  • Coinvolgimento dei fornitori e subcontrattisti locali in attività di sostenibilità volte alle comunità ospitanti in Kazakhstan
  • Partnership e collaborazioni con scuole, istituti e università locali per lo sviluppo del sistema educativo e il miglioramento delle competenze della popolazione locale, anche con riferimento a tematiche tecniche Oil&Gas e di sicurezza (Kazakhstan, Perù, Italia, Brasile, Nigeria, Colombia e Algeria)
  • Partnership e collaborazioni con organizzazioni e istituzioni sanitarie, al fine di migliorare le condizioni sanitarie locali e combattere malattie endemiche (Venezuela, Colombia, Kazakhstan, Congo, Angola e Nigeria)
  • Iniziative di supporto ai fornitori locali volti alla qualifica e all’adeguamento agli standard operativi di Saipem in Nigeria e Colombia
  • Rafforzare il dialogo con i clienti e le istituzioni locali rispetto ai programmi Saipem finalizzati allo sviluppo del contesto locale
  • Consolidare il sistema di mappatura e definizione delle strategie di coinvolgimento degli stakeholder locali al fine di rafforzare le relazioni
  • Rafforzare i processi che riguardano il monitoraggio delle iniziative per le comunità locali
  • Proseguire la realizzazione di strumenti di comunicazione ad hoc per gli stakeholder locali
  • Proseguire l’implementazione del modello di valutazione degli impatti economici sulle realtà operative significative
  • Prosecuzione del programma di audit su fornitori in aree critiche su tematiche inerenti diritti del lavoro e rispetto dei diritti umani
  • Proseguire nelle attività di supporto allo sviluppo socio-economico delle comunità ospitanti e alla valorizzazione delle risorse locali nei principali Paesi in cui Saipem opera
  • Proseguire azioni per aumentare la quota di procurato locale a progetto anche attraverso iniziative di supporto alla qualifica di fornitori locali
Clienti    
Migliorare la qualità dei servizi offerti, anche in merito alle tematiche di sostenibilità di interesse per il cliente
  • Meeting specifici su tematiche di sostenibilità tenuti con diversi clienti
  • Coinvolgimento e collaborazione con un cliente volto alla realizzazione dello studio di valutazione dell’impatto economico di un progetto in Australia e di uno studio sul valore generato dagli ecosystem services nell’ambito dello stesso progetto
  • Promuovere occasioni di confronto con i clienti al fine di rafforzare la relazione anche in un’ottica di gestione sostenibile dei progetti
  • Partecipare a eventi, a livello nazionale e internazionale, sulle tematiche di sostenibilità per presentare e condividere risultati, programmi e approcci agli stakeholder interessati
Governance    
Mantenere e rafforzare un sistema di governance adeguato a gestire le sfide del business di Saipem, in maniera sostenibile
  • Formazione (e-learning e aula) in Italia e all’estero, su tematiche anti-corruption, Modello e Codice Etico
  • Finalizzazione delle attività di aggiornamento del Modello 231 di Saipem SpA al fine di recepire i reati introdotti nel D.Lgs. n. 231/2001 dalla legge n. 94, dalla legge n. 99 e dalla legge n. 116 del 2009
  • Formazione a aggiornamento dei membri dei Compliance Commitee
  • Avvio delle attività di verifica ed eventuale aggiornamento di alcuni procedure
  • Aggiornamento del Modello 231 di Saipem SpA al fine di recepire i reati introdotti nel D.Lgs. n. 231/2001 dalla legge n. 190 del 6 novembre 2012
  • Revisione e aggiornamento delle procedure anti-corruzione
  • Formazione e aggiornamento in Italia e all’estero (e-learning e aula) su tematiche anti-corruption, Modello 231 e Codice Etico
  • Formazione e aggiornamento continuo dei componenti dei Compliance Committee delle società controllate
  • Prosecuzione da parte delle società controllate estere della verifica della compliance dell’Organisation Management and Control Model con la legislazione locale e successive gap analisys sulle attività sensibili e standard di controllo in vigore nelle società stesse