Rendiconto finanziario riclassificato

Rendiconto finanziario riclassificato (1)

Lo schema del rendiconto finanziario riclassificato è la sintesi dello schema obbligatorio al fine di consentire il collegamento tra il rendiconto finanziario che esprime la variazione delle disponibilità liquide tra inizio e fine esercizio dello schema obbligatorio e la variazione dell’indebitamento finanziario netto tra inizio e fine esercizio dello schema riclassificato. L’indicatore che consente tale collegamento è il “free cash flow”, cioè l’avanzo o il deficit di cassa che residua dopo il finanziamento degli investimenti. Il free cash flow chiude alternativamente:

(i) sulla variazione di cassa di esercizio, dopo che sono aggiunti/sottratti i flussi di cassa relativi ai debiti/attivi finanziari (accensioni/rimborsi di crediti/debiti finanziari), al capitale proprio (pagamento di dividendi/ acquisto netto di azioni proprie/apporti di capitale), nonché gli effetti sulle disponibilità liquide ed equivalenti delle variazioni dell’area di consolidamento e delle differenze cambio da conversione;

(ii) sulla variazione dell’indebitamento finanziario netto di esercizio, dopo che sono stati aggiunti/sottratti i flussi relativi al capitale proprio, nonché gli effetti sull’indebitamento finanziario netto delle variazioni dell’area di consolidamento e delle differenze di cambio da conversione.

(milioni di euro) 2012 approvato 2012 riesposto 2013 in continuità 2013 
Risultato dell'esercizio di Gruppo  902  659  (404)  (159) 
Risultato dell'esercizio di terzi azionisti  54  54  23  23 
a rettifica:         
Ammortamenti e altri componenti non monetari  742  740  664  664 
(Plusvalenze) minusvalenze nette su cessioni e radiazioni di attività (34)  (34) 
Dividendi, interessi e imposte  507  507  250  250 
Flusso di cassa dell'utile operativo prima della variazione del capitale di esercizio  2.209  1.964  499  744 
Variazione del capitale dell'esercizio relativo alla gestione  (1.434)  (1.189)  447  202 
Dividendi incassati, imposte pagate, interessi pagati e incassati  (551)  (551)  (520)  (520) 
Flusso di cassa netto da attività di esercizio  224  224  426  426 
Investimenti tecnici  (1.015)  (1.015)  (908)  (908) 
Investimenti in partecipazioni, imprese consolidate e rami d'azienda  (1)  (1)  - -
Dismissioni e cessioni parziali di partecipazioni consolidate  380  380 
Altre variazioni relative all'attività di investimento  - - - -
Free cash flow  (784)  (784)  (102)  (102) 
Investimenti e disinvestimenti relativi all'attività di finanziamento  (4)  (4)  23  23 
Variazione debiti finanziari a breve e lungo termine  1.419  1.419  525  525 
Cessione di azioni proprie  29  29  - -
Flusso di cassa del capitale proprio  (352)  (352)  (374)  (374) 
Variazioni area di consolidamento e differenze di cambio sulle disponibilità (12)  (12)  (45)  (45) 
FLUSSO DI CASSA NETTO DELL'ESERCIZIO  296  296  27  27 
Free cash flow  (784)  (784)  (102)  (102) 
Cessione di azioni proprie  29  29  - -
Flusso di cassa del capitale proprio  (352)  (352)  (374)  (374) 
Differenze di cambio sull'indebitamento finanziario netto e altre variazioni  21  21  47  47 
VARIAZIONE DELL'INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO  (1.086)  (1.086)  (429)  (429) 

(1) Per la riconduzione allo schema obbligatorio v. il capitolo “Riconduzione degli schemi di bilancio riclassificati utilizzati nella relazione sulla gestione a quelli obbligatori” a pag. 64.

Il flusso di cassa netto da attività di esercizio pari a 426 milioni di euro ha solo parzialmente finanziato gli investimenti netti in attività materiali generando un free cash flow negativo per 102 milioni di euro.

Il flusso di cassa del capitale proprio, negativo per 374 milioni di euro, è riconducibile principalmente al pagamento dei dividendi; le differenze di cambio sull’indebitamento finanziario netto e altre variazioni hanno avuto un effetto netto negativo per 47 milioni di euro.

Pertanto l’indebitamento finanziario netto ha subito un aumento di 429 milioni di euro.

In particolare

Il flusso di cassa del risultato operativo prima della variazione del capitale di esercizio ammonta a 744 milioni di euro. Da un punto di vista operativo il flusso di cassa del risultato operativo prima della variazione del capitale di periodo, di 499 milioni di euro, deriva:

  • dal risultato dell’esercizio negativo di 381 milioni di euro comprensivo della quota di competenza di terzi azionisti pari a 23 milioni di euro;
  • dagli ammortamenti e svalutazioni di attività materiali e immateriali per 724 milioni di euro, al netto della variazione del fondo per benefici ai dipendenti per 5 milioni di euro, dalla variazione delle partecipazioni valutate al patrimonio netto per 13 milioni di euro e dalle differenze cambio e altre variazioni per -42 milioni di euro;
  • dalle plusvalenze nette su cessioni di attività che hanno avuto un impatto per 34 milioni di euro;
  • dagli oneri finanziari netti per 144 milioni di euro e dalle imposte sul reddito per 106 milioni di euro. La variazione positiva del capitale dell’esercizio relativa alla gestione ammonta a 202 milioni di euro. Da un punto di vista operativo la variazione positiva del capitale dell’esercizio relativa alla gestione di 447 milioni di euro è da correlare alla dinamica dei flussi finanziari dei progetti in corso di esecuzione.

La voce dividendi incassati, interessi e imposte sul reddito, pagati nel 2013 per 520 milioni di euro si riferisce principalmente al pagamento e al rimborso di imposte e all’acquisizione/cessione di crediti d’imposta.

Gli investimenti in attività materiali e immateriali ammontano a 908 milioni di euro. La suddivisione del totale investimenti per area di business è: Engineering & Construction Offshore (398 milioni di euro), Drilling Onshore (211 milioni di euro), Drilling Offshore (174 milioni di euro) ed Engineering & Construction Onshore (125 milioni di euro). Ulteriori informazioni, in ordine agli investimenti effettuati nell’esercizio 2013, sono riportate nel commento all’andamento operativo.

Il flusso di cassa generato dai disinvestimenti di 380 milioni di euro si riferisce alle già citate cessioni rami d’azienda FPSO e Snamprogetti Ltd.