Sistema informativo

Information, Communication, Technologies

Nel 2013 le iniziative di cambiamento sui sistemi informativi di Saipem hanno portato a importanti risultati sia in ambito applicativo sia infrastrutturale.

Il contesto applicativo ha visto il sostanziale completamento del programma di iniziative che negli ultimi tre anni ha coperto le principali aree di investimento sui sistemi informativi per la conduzione aziendale: 1) SAP Consolidation; 2) e-Procurement; 3) Business Intelligence; 4) HR system; 5) Workload Management. A questo, si affianca un ampio programma di iniziative di ambito business, che costituiscono oggi un’importante conferma della strategia di progressiva digitalizzazione dei processi di lavoro aziendali.

  1. In ambito SAP R/3 sono terminate le attività di predisposizione del complesso roll-out per la società Saipem do Brasil Serviçõs de Petroleo Ltda, in opera da gennaio 2014. Anche l’adozione del SAP Material Ledger per la gestione dei magazzini prosegue con un piano di introduzione in tutte le principali società Saipem coperte da SAP; questa diffusione coinvolge in modo coordinato il sistema AMOS di Spectec, dedicato all’asset management. A fianco del sistema SAP, nel luglio scorso è stato introdotto anche il nuovo sistema di e-Procurement Saipem, basato sul modulo SAP SRM in versione 7.0. Il progetto aveva lo scopo di garantire la continuità dei servizi di e-Business, in precedenza erogati da Eni per tutto il Gruppo su SRM 4.0, attraverso un’adeguata strategia di migrazione che prevedeva di adeguare il catalogo elettronico, consolidare e standardizzare i processi esistenti e standardizzare l’interfaccia utente grazie alla nuova tecnologia adottata. A fine 2013 i risultati sono lusinghieri, con un’implementazione totalmente priva di problemi e un utilizzo in crescita della piattaforma rispetto a quanto svolto in precedenza.
  2. Le nuove iniziative di Business Intelligence hanno portato a individuare nuove aree di servizio nelle aree Procurement, HR, WMS, nonché nelle aree di business E&C Offshore e Drilling. Alcuni rilasci sono già stati completati nel 2013; le dashboard per la parte business sono attese nel primo semestre 2014.
  3. In ambito HR prosegue l’iniziativa OSA (One Step Ahead) sull’applicativo Peoplesoft HCM in coordinamento con Oracle Corp. Le aree rilasciate riguardano il Recruitment per Saipem SpA e la soluzione cloud PeopLearning per la copertura dei processi di training. Sono state estese al 2014 le attività relative al modulo di Talent Management. Prosegue con soddisfazione il roll-out della soluzione Saipem dedicata al payroll internazionale. Al 2013 sono stati completati i roll-out di 16 payroll di società del Gruppo Saipem. I ritardi dovuti alla complessità del roll-out del payroll su GPS, che da solo copre oltre 7.000 cedolini e sarà terminato nel primo semestre 2014, spostano al prossimo anno la prospettiva, peraltro notevole, di raggiungere i 30.000 cedolini/mese gestiti con questa soluzione. Lo sviluppo e la manutenzione del software, nonché le attività gestionali HR, sono allocati presso Saipem India Projects Ltd a Chennai, in chiave di offshoring, con significativi risparmi di costo. In parallelo all’introduzione del payroll, ICT insieme a HR si è dato l’obiettivo di introdurre nelle società del Gruppo la nuova suite Falcon, una soluzione comune per la gestione HR internazionale, che intende coprire le diverse necessità applicative locali con i relativi workflow autorizzativi, e permette una gestione omogenea e centralizzata dei dati anagrafici e contrattuali, sui quali costruire nel tempo un ampio reporting operativo e analitico. In particolare, la componente PiPe, dedicata alla raccolta dei dati di costo lavoro, integrata con il payroll e con SAP, ha drasticamente migliorato la qualità e l’affidabilità di tali dati.
  4. La diffusione del sistema aziendale di gestione del workload, che presidia la copertura, in termini di business demand e HR capacity, di tutte le aree operative aziendali, per un totale di oltre trentamila risorse gestite, è sostanzialmente stata completata, insieme al rilascio della dashboard riepilogativa per il top e il middle management sul sistema di Business Intelligence aziendale, fruibile sia in modalità web sia su dispositivi tablet.

Gli sviluppi in ambito business sono stati focalizzati sia sull’adozione di strumenti innovativi, orientati ad aumentare l’efficienza e la qualità della progettazione ingegneristica e delle attività di costruzione, sia sulla revisione del sostegno ai processi di business offerto dalle applicazioni già adottate. Quest’ultimo approccio, chiamato di Project Information Management, è stato introdotto da ICT come iniziativa di miglioramento e messo a disposizione delle funzioni di Ingegneria, Project Management e Qualità allo scopo di individuare aree di intervento in chiave di efficienza.

Attraverso le partnership con i più importanti fornitori di soluzioni software, ICT prosegue l’applicazione di una strategia volta a favorire l’adozione, dove possibile, di piattaforme standard, arricchite dal dialogo continuo tra i centri di sviluppo del fornitore e gli esperti funzionali di Saipem. È stata completata con successo l’adozione del nuovo strumento di modellazione Intergraph SmartPlant 3D e la messa a punto di nuove procedure di automazione della modellazione e di controllo incrociato della qualità dei dati ingegneristici. Questa esperienza è stata già riutilizzata nelle nuove commesse che usano lo stesso prodotto, trasformandola in vantaggio competitivo. Altre iniziative di supporto al business sono legate al supporto delle attività di cantiere, che beneficiano di un nuovo applicativo, dedicato alla gestione dei piping spool e della documentazione tecnica associata, di recente trasferito su tablet ruggedized di cantiere. Grazie a tale adozione alcuni progetti hanno registrato un drastico calo di problemi di gestione con i subcontrattori di prefabbricazione.

È stato effettuato il deployment della nuova suite di gestione della costruzione Cosmo che integra, al suo interno, la pianificazione delle attività di cantiere integrate con Oracle Primavera, la contabilizzazione delle attività eseguite e la predisposizione dei piani di pre-commissioning e commissioning, nonché un nuovo sistema dedicato alla qualità.

Per quanto riguarda invece l’infrastruttura IT, è stato completato il progetto WIE – Windows Infrastructure Evolution – che porta in azienda i benefici provenienti dalle nuove funzionalità dei prodotti Microsoft, in particolare Windows Seven. Il programma di cambiamento è stato svolto con l’adozione delle tecniche di Project Management delle quali ICT si è dotata per il controllo del progetto, che hanno portato a minimizzare i rischi associati, identificando e prevenendo le possibili criticità e interdipendenze tra le diverse attività di progetto.

Abbiamo inoltre aperto nel 2013 una presenza ICT in Chennai in Saipem India, per l’offshoring di alcune attività infrastrutturali; abbiamo così gettato le basi per l’internazionalizzazione del servizio di presidio delle infrastrutture per il Gruppo Saipem, con la prospettiva nel 2014 di attivare servizi di copertura 24x7 di primo livello per la gestione internazionale di server e reti locali.

Le attività di governance e i processi di compliance e di sicurezza sono stati svolti secondo calendario; sono state avviate nuove iniziative ICT per la standardizzazione dei processi di definizione dei profili applicativi per i principali software aziendali, nonché un’automazione del processo di associazione profilo-utente, con l’adozione del modulo CA RCM per la gestione dei ruoli e dei profili. Questo approccio si combina con un uso avanzato delle tecnologie di sicurezza informatica e tende a mitigare l’esposizione al rischio di minacce alla sicurezza dei dati nell’ambito dei trattamenti previsti dai sistemi informativi aziendali. In ambito sicurezza sono stati poi introdotti sistemi avanzati per la gestione delle credenziali, in particolare con l’adozione del FastLogon di Oracle, una funzione che consente di accedere alle principali applicazioni aziendali in modalità Single Sign-On.